Diventa membro

Donazioni

Le donazioni possono essere accettate solo a partire dal mese di novembre 2020, in quanto l’associazione avrà un conto solo in quel momento.

Statuto

  1. Statuto dell’AssociazioneScambio Culturale Europeo Poggio San Marcello e.V.

    (Traduzione della versione tedesca dello statuto dal 13 giugno 2020)

    § 1 Nome, sede, esercizio

    A seguito dell’iscrizione nel relativo registro l’associazione avrà nome

    “Scambio Culturale Europeo Poggio San Marcello e.V.“

    La sede dell’associazione è Ottobrunn, Germania. 

    L’esercizio finanziario è l’anno solare.

    § 2 Scopo dell’associazione

    a. L’associazione persegue esclusivamente e direttamente scopi di beneficenza ai sensi della sezione “scopi privilegiati dal punto di vista fiscale” del Codice Fiscale tedesco. L’associazione non ha scopo di lucro e non persegue principalmente scopi economici.

    b. L’associazione si propone di sviluppare e rafforzare la coesione europea attraverso incontri e scambi.

    c. Scopo dell’associazione è l’organizzazione e la promozione di eventi culturali educativi nei settori della musica, della letteratura, dello spettacolo e delle arti visive, del teatro e del cinema.

    d. L’associazione si propone di raggiungere il proprio scopo attraverso la collaborazione tra artisti, docenti e persone interessate provenienti dall’Italia, dalla Germania e da altri paesi.
    I fondi dell’associazione sono utilizzati

    1. per l’organizzazione, l’equipaggiamento e la realizzazione di eventi culturali come concerti, mostre, installazioni artistiche e letture nell’ambito di un festival culturale,
    2. per ragionevoli spese materiali di artisti e relatori
    3. e per il lavoro di pubbliche relazioni. 

    L’organizzazione degli eventi culturali verrà realizzata in collaborazione con

    l’amministrazione locale e sovralocale, l’organizzazione “Pro Loco” di Poggio

    San Marcello, con la parrocchia di Castelplanio/Poggio San Marcello. Gli eventi dell’associazione sono concepiti per essere il più possibile rispettosi dell’ambiente.

    e. L’associazione si propone di realizzare il proprio scopo attraverso le seguenti manifestazioni, che si svolgeranno principalmente nelle sale della parrocchia di Poggio San Marcello/Castelplanio e nelle sale del comune di Poggio San Marcello:

    i. Corsi di lingua tedesca e italiana, offerti sotto forma di corsi compatti da insegnanti qualificati per giovani e adulti partecipanti allo scambio culturale.

    ii. Laboratori artistici per bambini, adolescenti e adulti, che promuovono, ad esempio, la competenza mediatica e cinematografica attraverso l’uso attivo e significativo di strumenti mediatici come cellulare e tablet.

    iii. Eventi culturali come spettacoli teatrali, proiezione di film, letture e dibattiti bilingue moderati sulla cultura, oltre che sulle mostre in corso degli artisti, che vengono regolarmente esposte a Poggio San Marcello.

    iv. Corsi di formazione avanzata per insegnanti della Germania, Italia e altri paesi nei settori della pittura e delle arti visive, della musica e delle forme d’arte mediatica. I corsi sono finalizzati sia alla qualificazione nel campo dell’artigianato che alla competenza didattica nei campi metodologico e mediatico. I corsi sono offerti da istruttori qualificati.

    v. Inoltre, l’associazione promuove la collaborazione con le università in campo artistico, soprattutto attraverso scambi di studenti e visite di studio. L’obiettivo è lo sviluppo di concetti e contenuti didattici da parte di insegnanti e artisti.

    vi. Un festival culturale che si tiene regolarmente permette ad un vasto pubblico di incontrare l’arte.

    f. I fondi dell’associazione possono essere utilizzati solo per gli scopi previsti dallo statuto. I soci non ricevono pagamenti dai fondi dell’associazione. Nessuno può essere favorito da spese estranee allo scopo dell’associazione o da una remunerazione sproporzionatamente elevata.

    § 3 Membri

    Qualsiasi persona fisica e giuridica può diventare membro. 

    Il consiglio di amministrazione decide in merito all’ammissione.

    § 4 Cessazione dell’affiliazione 

    L’adesione termina

    a. – per dimissioni volontarie,

    – con la morte del membro o lo scioglimento del membro giuridico,

    – con la cancellazione dall’elenco dei soci,

    – per esclusione dall’associazione.

    b. Le dimissioni volontarie sono consentite solo alla fine di un anno civile. Si effettua mediante dichiarazione scritta con un termine di preavviso di tre mesi.

    c. Un socio può essere cancellato dall’elenco dei soci con delibera del consiglio se è in ritardo con il pagamento della quota associativa nonostante due solleciti. La cancellazione deve essere comunicata per iscritto al socio.

    d. Un membro può essere escluso dall’associazione per decisione dell’assemblea generale se ha violato gravemente gli interessi dell’associazione. Prima dell’approvazione della delibera, il socio deve avere la possibilità di giustificarsi.

    § 5 Quote associative

    Le quote vengono riscosse dai soci.

    L’importo della quota annuale e la sua scadenza sono stabiliti dall’assemblea generale.

    § 6 Organi dell’associazione

    Gli organi dell’associazione sono costituiti da

    1. il consiglio di amministrazione

    b. l’assemblea generale

    L’associazione è rappresentata dal punto di vista giudiziale ed extragiudiziale da due membri del consiglio di amministrazione.

    È consentita la combinazione di più uffici del consiglio di amministrazione in una sola persona.

    § 7 Il consiglio di amministrazione

    Il consiglio di amministrazione è composto dai seguenti membri con diritto di voto:

    a. il presidente

    b. il primo vicepresidente

    c. il secondo vicepresidente

    d. il tesoriere

    e. il segretario

    L’assemblea generale può nominare fino a tre membri aggiuntivi del consiglio di amministrazione allargato, che hanno diritto di voto ma non di rappresentare l’associazione.

    Le riunioni del consiglio di amministrazione sono convocate per iscritto (lettera, fax o e-mail) dal presidente, che ne stabilisce l’ora e il luogo. Il presidente può delegare questo compito ai vicepresidenti. In ogni caso, deve essere rispettato un termine di preavviso di 10 giorni.

    Il consiglio di amministrazione decide a maggioranza dei membri presenti. In caso di parità di voti, deciderà il voto del presidente del consiglio di amministrazione.

    Le deliberazioni del consiglio di amministrazione devono essere registrate a titolo di prova e firmate dal presidente e dal segretario della riunione. La riunione è presieduta dal presidente. In sua assenza, è presieduto da uno dei vicepresidenti o da uno degli altri membri del consiglio.

    Una decisione del consiglio di amministrazione può essere presa per iscritto, se tutti i membri del consiglio di amministrazione sono d’accordo.

    È possibile la partecipazione online alla riunione del consiglio di amministrazione. La riunione del consiglio di amministrazione online si svolge in una sala online protetta da password. La password sarà comunicata ai partecipanti due giorni prima dell’incontro. I partecipanti si identificano utilizzando il nome chiaro. Le interruzioni tecniche della connessione durante una riunione del consiglio di amministrazione online comportano l’interruzione della sessione fino al ripristino della connessione.

    Il consiglio di amministrazione è eletto dall’assemblea generale per un periodo di tre anni. Tuttavia, rimane in carica anche dopo la scadenza del suo mandato fino all’elezione del nuovo consiglio di amministrazione. Se un membro del consiglio di amministrazione si dimette nel corso del mandato, il comitato esecutivo eleggerà un membro sostituto (tra i membri dell’associazione) per la restante durata del mandato del membro dimissionario.

    § 8 L’Assemblea Generale

    L’assemblea generale è la massima autorità dell’associazione, nell’assemblea generale ogni membro partecipante ha un voto. L’assemblea generale è competente in particolare per le seguenti questioni:

    1. Accettazione della relazione annuale e discarico del consiglio di amministrazione
    2. Progettazione dell’attività statutaria dell’associazione
    3. Determinazione dell’importo e della data di scadenza delle quote associative proposte dal consiglio d’amministrazione
    4. Nomina e revoca dei membri del consiglio d’amministrazione
    5. Determinazione del numero e della nomina dei revisori dei conti e acquisizione della loro relazione
    6. Risoluzione sulla modifica dello statuto e sullo scioglimento dell’associazione
    7. Esclusione di soci secondo il § 4d

    § 9 Convocazione dell’Assemblea Generale

    L’assemblea generale ordinaria deve tenersi almeno una volta all’anno.

    Viene convocata dal presidente con un termine di preavviso di 20 giorni mediante comunicazione scritta (lettera, fax o e-mail) con l’indicazione dell’ordine del giorno. 

    La lettera di invito si considera ricevuta dal socio se inviata all’ultimo indirizzo comunicato per iscritto all’associazione dal socio.

    L’assemblea generale è presieduta dal presidente o, in sua assenza, da uno dei vicepresidenti o da un altro membro del consiglio.

    L’assemblea generale è valida se sono presenti 10 membri con diritto di voto. 

    In caso di assenza del quorum, il consiglio di amministrazione deve riconvocare la riunione con lo stesso ordine del giorno entro quattro settimane. Questa riunione è valida indipendentemente dal numero dei membri presenti.

    Le votazioni si svolgono sui punti all’ordine del giorno.

    In generale, l’assemblea generale delibera a maggioranza semplice dei voti validi espressi. 

    Per modificare lo statuto (compreso lo scopo dell’associazione) e per sciogliere l’associazione sono necessari i due terzi dei voti validi espressi. Le astensioni non contano come voti espressi. In caso di parità, la mozione si considera respinta.

    Il voto si esprime generalmente per alzata di mano. Deve essere effettuata per iscritto se un terzo dei soci presenti al voto e aventi diritto al voto ne fa richiesta.

    L’assemblea generale non è pubblica. Il presidente può accogliere ospiti. L’assemblea generale decide l’ammissione della stampa, della radio e della televisione.

    Il segretario redige un verbale che deve essere firmato dal rispettivo presidente dell’assemblea e dal segretario. Contiene dichiarazioni:

    a. Luogo e orario dell’incontro

    b. La persona del presidente dell’assemblea e del redattore del verbale,

    c. i nomi dei membri presenti,

    d. l’ordine del giorno,

    e. i risultati delle votazioni individuali,

    f. il metodo di voto,

    g. in caso di modifiche statutarie, deve essere indicata anche l’esatta formulazione della disposizione da modificare.

    § 10 Assemblea generale straordinaria

    Il presidente può convocare in qualsiasi momento un’assemblea generale straordinaria in coordinamento con il consiglio di amministrazione. Questa deve essere convocata se un quinto di tutti i membri lo richiede per iscritto al consiglio, indicandone lo scopo e le motivazioni. Per il periodo di preavviso valgono le disposizioni del § 9.

    § 11 Scioglimento dell’associazione

    Lo scioglimento dell’associazione può essere deciso solo in un’assemblea generale con due terzi dei voti presenti. Salvo diversa decisione dell’assemblea generale, il presidente e i due vicepresidenti sono liquidatori autorizzati congiuntamente. Le disposizioni di cui sopra si applicano per analogia in caso di scioglimento dell’Associazione per qualsiasi altro motivo o di perdita della capacità giuridica.

    In caso di scioglimento dell’Associazione o di cessazione dei fini fiscalmente privilegiati, il patrimonio dell’Associazione sarà trasferito ad una persona giuridica di diritto pubblico o ad un altro ente fiscalmente privilegiato che sarà determinato dall’Assemblea Generale dei Soci per un utilizzo diretto ed esclusivo per la promozione dello scambio culturale internazionale.

    § 12 Protezione dei dati

    Per adempiere ai compiti dell’associazione, i dati personali dei membri vengono trattati all’interno dell’associazione in conformità con le disposizioni del regolamento di base sulla protezione dei dati (DSGVO). Ogni membro dell’associazione ha i seguenti diritti al riguardo: 

    – Diritto all’informazione ai sensi dell’articolo 15 DSGVO 

    – Diritto di rettifica ai sensi dell’articolo 16 DSGVO 

    – Diritto di recesso ai sensi dell’art. 17 DSGVO 

    – Diritto di limitare l’elaborazione ai sensi dell’articolo 18 DSGVO 

    – Diritto alla trasmissibilità dei dati secondo l’articolo 20 DSGVO 

    – Diritto di opposizione ai sensi dell’art. 21 DSGVO. 

    Agli organi dell’associazione, a tutti i dipendenti o a tutti coloro che lavorano per l’associazione è vietato il trattamento non autorizzato dei dati personali per scopi diversi da quelli necessari all’espletamento delle rispettive mansioni. In nessun caso i dati saranno messi a disposizione di terzi o utilizzati in altro modo.

    § 13 Foro competente

    Il foro competente è Monaco di Baviera, Germania.

    In caso di contraddizioni tra la versione tedesca e quella italiana del presente statuto, prevarrà la versione tedesca.

This function has been disabled for PoggioCultura.